Importante riconoscimento scientifico per il Rettore dell’Università degli Studi del Sannio Gerardo Canfora. Nella prestigiosa classifica dell'Università di Stanford in California, nella top 20 degli italiani il professore Canfora è al quinto posto, primo dei campani. 
Ben figurano anche altri due rettori campani, a testimonianza della qualità della ricerca al Sud d'Italia: Vincenzo Loia (Salerno), al quattordicesimo, e Matteo Lorito della Federico II di Napoli, diciannovesimo. 
Il ranking è frutto di una ricerca molto complessa che analizza milioni e milioni di dati. Punto di partenza, le pubblicazioni sulle riviste scientifiche e il numero di citazioni.
In particolare si basa su un algoritmo a cinque dimensioni in cui contano soprattutto il numero di citazioni negli articoli scientifici, l’indice H (che serve a quantificare l’impatto scientifico di un autore, basandosi su pubblicazioni fatte e citazioni ricevute) e il numero di articoli in cui si è primi o ultimi autori. 
La classifica che premia gli atenei, i rettori e i ricercatori meridionali mette in luce in maniera ancora più chiara la qualità dello studio e dell’insegnamento al Sud. Anche perché nella top 20, in cui appunto rientrano tre rettori campani, sono ben nove gli altri colleghi di Sicilia, Calabria e Puglia.